il rimborso benzina dei volontari

rimborso volontari

 

 

Come riconoscere un truffatore ONLUS: il rimborso benzina dei volontari
Il truffatore ONLUS si riconosce dal rimborso benzina (o rimborso in generale). Una persona viene infatti (L. 266/91 volontario in quanto offre la propria opera in modo assolutamente personale, spontaneo e gratuita) definita come volontario quando offre il suo lavoro senza volere niente in cambio.
Questo lavoro ha un costo, per cui chi fa volontariato in realtà ci rimette, non va a pari. Non ha alcun senso quindi chiedere un rimborso per una spesa sostenuta quale per esempio il rimborso benzina, perché in questa maniera si arriva al paradosso del volontario che prestando la sua opera gratis, poniamo 4 ore di lavoro senza chiedere retribuzione, chiede poi gli spiccioli della benzina. In pratica rinuncia a -mettiamo 40 euro- per poi chiedere i 2 euro della benzina…

 

 

ai volontari non spetta nessun rimborso spesa: se il volontario per prestare la sua opera ha delle spese le paga di tasca sua, oppure gliele fornisce l’associazione (per esempio il taxi manda il conto alla onlus). Mai dare soldi in mano ad un volontario, per nessun motivo

0

Positive Comment

0

Negative Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Luglio: 2019
L M M G V S D
« Mag    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Archivi
Categorie