ONG: soldi pubblici o privati?

Dal web:

Recentemente sono state avanzate delle accuse molto gravi da diversi personaggi pubblici, contro le ONG coinvolte nelle operazioni di salvataggio in mare. Le accuse riguardano in particolare il giro di denaro che levita intorno ad organizzazioni non governative come Medici Senza Frontiere (MSF) che si muoverebbe grazie a dei fondi di cui non si conosce molto bene la provenienza e verrebbero, in un certo senso, mossi da un interesse economico nell’agire riguardo i salvataggi in mare, che stanno diventando, purtroppo, sempre più ricorrenti. Sarebbe stata avanzata anche un’altra accusa, forse la più grave, secondo la quale le ONG avrebbero dei rapporti con i trafficanti di uomini.
Ovviamente tutte le ONG hanno smentito all’unisono le accuse mosse, sostenendo che i soldi con cui vengono finanziate le loro operazioni marittime derivano esclusivamente da fondi privati  e che non c’è alcuna attrazione nei confronti delle vite in bilico di persone disperate che sono costrette a fuggire dalla loro patria per problemi così gravi. Fuggono da una patria che non riconoscono più, oppressa dalla guerra e dalla violenza. Molti altri si allontanano anche per trovare asilo in un paese che li accolga e li faccia integrare nella società. In tanti, però, non la pensano così, ritenendo cosa giusta stroncare queste operazioni marittime.”  >>>

 

>>>

 

Questa e’ uno dei buchi piu’ grandi della legislazione ONLUS, il considerare soldi chiesti per aiutare il prossimo come soldi privati, la qual cosa  consente poi tutte le ruberie  delle varie associazioni (finto) umanitarie. Questo soldi invece devono essere parificati al denaro pubblico, con tutte le limitazioni del caso (per esempio i dirigenti onlus devono mostrare pubblicamente il proprio reddito come qualsiasi politico).

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *